Le ricette per un’estate che sa di casa

30 Giugno 2020

Come sono cambiate le abitudini alimentari dopo una pandemia, non è semplice da raccontare. Le persone che si sono dedicate alla cura di se stessi e ne hanno approfittato per recuperare uno stile di vita sano sono pochissime.
Gli italiani hanno un rapporto con il cibo molto infantile, e nei momenti di maggiore preoccupazione per la loro salute, non hanno fatto altro che mangiare. Gli esami dei pazienti che lentamente ritornano a chiedere consigli sono tutti simili: fegato molto appesantito, marcatori salute cardiovascolare alterati, glicemia idem.
Se pensiamo ad affrontare il Covid 19 queste non sono affatto buone basi. Anzi non lo sono in nessun caso, neanche nel caso di ricerca della gravidanza.
E’ difficile ritornare ai ritmi precedenti, io stessa mi sento in vacanza da mesi, anche se ho sempre lavorato, ma mancando il contatto diretto con le persone, la mia mente si sente come se fosse in vacanza, ma il fisico ovviamente no. Siamo in un momento dai forti contrasti, ci sono le persone terrorizzate che non escono ancora di casa e quelle totalmente spavalde che se ne infischiano di tutte le regole. Personalmente io sto nel mezzo e come sempre sto moderando e riadattando il mio stile di vita alle nuove regole di vita sociale.
Trovo conforto nella mia piccola oasi privata, la mia casa e nella mia cucina. Sarà un’estate decisamente italiana, forse la più tranquilla di sempre, ma non significa che non ci si possa sentire comunque in vacanza.
Amo variare molto le mie portate, ora più che mai non uscendo praticamente mai a mangiare.
Così vorrei darvi qualche idea per le vostre ricette estive, ora che l’estate è decisamente scoppiata e il caldo ci trova tutti fortemente impreparati.

Riempio ogni giorno la mia borsa da spiaggia con le verdure che trovo nel nostro orto e poi mi invento delle ricette, in base al mio umore, a ciò che ho in casa.

Innanzitutto alterno la produzione di lievitati, in modo da non appesantirmi troppo, ma anche per non restare troppo tempo senza gratificazione. Questa settimana vista che la scorsa non ne ho preparati è stata all’insegna della lavanda e di un bel plumcake fatto con farina di teef,ideale per una colazione leggera ma sostanziosa. Ho anche abbandonato le tisane al mattino in favore di un bel succo fresco con frutti di stagione e una base di ananas o carota, così faccio un pieno di vitamine in modo naturale e stimolo la digestione. I primi caldi possono causare gonfiore addominale e difficoltà digestive, specie dopo un periodo di forte stress come lo sono stati i mesi precedenti.
Cerco di bere bevande alcaline più di prima, perché la mascherina ci rende acidi e tossici come non mai, specie se portata per molte ore. Succhi e frutta fresca anche durante la giornata, appena mi è possibile, senza aggiunta di zucchero o altro, in modo da sfruttarne il naturale potenziale alcalino.
Per i pasti ho virato sui piatti freddi e meno elaborati, sempre seguendo la stagionalità o meglio ciò che l’orto mi sta regalando. Le zucchine sono le protagoniste dei miei menù: crude come carpaccio profumate all’aglio e alla buccia di limone, spadellate con la menta per pochi minuti, arrostite in forno o sulla griglia con le spezie, in ogni caso cucinate per tempi brevissimi in modo da mantenerne le proprietà. Con le prime melanzane ho fatto diverse teglie di fette al forno cosparse di origano e sale profumato, in modo da avere la base per diverse ricette: involtini, parmigiana, finte pizzette.
Poi ci sono i fagiolini che appena raccolti, sono perfetti per insalate fredde nel classico abbinamento con le patate. Io aggiungo yogurt greco, rapanelli, senape, menta, frutta secca cipollotti, feta o avocado. Ne esce un’insalata sfiziosa super leggera e super nutriente, perfetta per il tipico pranzo estivo, veloce e rinfrescante.
I primi pomodorini stanno timidamente maturando, e non vedo l’ora di fare la prima teglia di confit. Spezie, un buon olio e venti minuti di cottura ne fanno un classico della cucina estiva. Abbinati a proteine vegetali o animali, ad esempio hummus o filetto di carne sono la cena perfetta. Si prepara in pochissimo tempo, è sfiziosa e nutriente.
Per un’estate tutta italiana le ricette diventano le protagoniste delle nostre giornate. Curare la propria alimentazione può essere divertente e può regalare grandi soddisfazioni sia in termini di peso che di piacere. L’importante è sempre iniziare a farlo.


 9 Novembre 2020     Food

La dieta che tiene a galla


 8 Ottobre 2020     Food

La torta nonostante la dieta

No Comments

Post a Comment

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image