Naturalmente buono, il libro

Naturalmente buono, il libro

Il web, se opportunamente usato, offre meravigliosi incontri. Un anno e mezzo fa mi sono imbattuta per caso nel blog di Naturalmente buono, e mi è piaciuto subito. Ricette molto curate, idem per le foto, ingredienti di qualità. Un viaggio all’interno del mondo veggie, ma di quello vero.

Recentemente è anche uscito il loro primo libro, una raccolta di ricette dal dolce al salato, tutte a base vegetale, la maggior parte gluten free. Il loro modo di cucinare è davvero salutare, ma anche semplice da replicare a casa.

Molto spesso arrivano in studio pazienti che decidono di cambiare stile alimentare e diventare vegani. Peccato che la maggior parte non sappia assolutamente cosa significhi. Molti dei cibi vegetali usati per completare i piatti senza ingredienti di origine animale, sono a loro sconosciuti, per non dire che banalmente neanche conoscono il gusto dei legumi o i nomi. Chiaramente per cambiare la propria dieta, bisogna essere informati, altrimenti si finisce per causare carenze nutrizionali e squilibri, che si possono ripercuotere sulla salute dell’organismo in generale.

Questo libro è tra quelli che si dovrebbe leggere se si decide di cambiare stile alimentare, prima di farlo. L’introduzione con il focus sulla dispensa è davvero molto utile, e sono sicura che la maggior parte di voi non conosce ogni termine citato. Ed è proprio per questo che il libro è utile. Aiuta ad organizzare la spesa e il menù di casa, per chi fa la scelta veggie in maniera ordinata, nel vero senso della parola. Le ricette sono 100, e sono divise in 12 capitoli: Colazione, Legumi, Quinoa, Avocado, Insalate, Sicilia, Etnico, Comfort Food, Stuzzichini, Dolci, Conserve e Farro.

92 ricette sono gluten free, iinfatti questo libro è di largo pubblico, e non ristretto alla sola categoria vegetariani e vegani. Oggigiorno mangiare bene è davvero difficile, e di libri per imparare a farlo non ce ne sono mai abbastanza. Personalmente consigliavo già il loro sito ai pazienti, ora il libro trovo che sia la soluzione più pratica da tenere a portata di mano, specie per chi è alle prime armi. Ma anche per gli appassionati dell’argomento come me, un libro è sempre un regalo meraviglioso, da sfogliare ogni volta che serve e imparare qualcosa di nuovo.

Delle ricette proposte viene voglia di rifarle tutte subito.  Personalmente in particolare quelle spicce, per pasti veloci, che da quando ho dovuto ridurre il glutine, ammetto, non riesco mai ad organizzare e finisco per stare molte ore a digiuno.

La prima che ho provato è il PANE AI BROCCOLI, idea geniale per realizzare una sorta di pane, nutriente, ricco di fibre e buono per un break o per accompagnare un’altra pietanza. Si realizza velocemente ed è alla portata di tutti. A differenza di molti preparati senza glutine che si trovano in commercio, questo essendo realizzato con farina di ceci e broccoli è nutriente, sazia e non crea sbalzi glicemici, perchè non c’è carboidrato.

Per renderlo superhealthy io l’ho abbinato ad una crema all’avocado e alla rucola, avendo in casa avocado, basilico e rucola. Nel libro suggeriscono di fare la tapenade con olive e capperi, altra salsa deliziosa. In realtà questo pane può essere farcito a piacere con verdure di stagione, sia crude che grigliate e con le svariate salse. E il trucco è che non avendo carboidrati tra gli ingredienti è un’ottima idea anche per chi è a dieta, ma non vuole rinunciare al panino. Capite che qui, la nutrizionista si scatena.

Comunque la ricetta base è questa :

-400 g di broccoli freschi

-200 g farina di ceci

-120 ml acqua

-bicarbonato 1 cucc da the scarso

Si inizia creando il finto cous cous di broccolo, mettendo le cime del broccolo, lavate e private dei gambi duri in un mixer. A questo si aggiunge la farina di ceci con il bicarbonato e l’acqua. In pochi minuti otterrete un impasto molto morbido, che è bene far riposare qualche minuto. Quindi iniziate a preriscaldare il forno

Per la salsa all’avocado

1 avocado maturo

-una decina di foglie di basilico

-pepe rosa in grani

-succo di mezzo di limone

-3/4 cucchiai di olio evo

La salsa si realizza semplicemente frullando tutti gli ingredienti insieme.

Spero di avervi incuriosito, perchè è un libro che merita di stare in ogni cucina, indipendentemente dalle scelte culinarie. Insegna a mangiare bene, seguendo principi semplici quali la stagionalità, la sostenibilità, la qualità delle materie prime! E poi l’amore e la cura che Marta e Mimma ci mettono in cucina attraversa il blog e anche il libro arrivando dritto al lettore!

naturalmente buono

 

 

 

Tutti i contenuti e tutte le foto protetti da copyright.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image