Il grande rientro

Il grande rientro

Questa settimana è stata il grande rientro, la ripresa di tutte le solite attività, lavoro, impegni ecc ecc.

E’ stata una settimana dura, anche per me, dove ho cercato di ricordarmi dei giorni in Alto Adige e di respirare quando mi accorgevo di essere in modalità stressata.

Ho cercato di ritagliare dei piccoli momenti in cui scaricare la tensione:  ho provato una nuova lezione di pilates, ho fatto controllo e igiene dentale, ho provato una nuova pizzeria senza glutine vicina a casa. Ho cucinato una torta alla Csaba, ma non l’ho mangiata perchè anche se ho usato la farina di riso integrale, per me era troppo dolce. Comunque le sue ricette sono sempre piccole magie, la trovate qui.

Per me le modalità di questa vita cittadina fulltime sono particolarmente difficili da gestire e mi causano parecchio stress, che quando si accumula in quantità eccessive diventa rovinoso anche per la mia salute. Mi sono ripromessa dopo l’ultima meravigliosa vacanza in Alto Adige di ricordarmi di me stessa, prima di tutto. Da libera professionista negli ultimi anni mi sono trascurata tantissimo, per far fronte alle varie responsabilità. Aggiungi un carico di vicende personali rovinose e il limite è superato in un batter d’occhio.

Vi cito la mia vacanza in Alto Adige perchè è stata una mervaigliosa pausa rigenerante tra i boschi di Avelengo e la spa di Josef Mountain Resort. Un posto da favola, dove puoi dedicarti del tempo e dimenticarti di tutto. I miei pensieri vagavano dal tipo di lezione da prenotare, meglio yoga o pilates, a quale sentiero scegliere per la passeggiata. Inoltre abbiamo optato per una formula full con cucina inclusa e per una volta è stato bello scegliere e riposarsi un pò. Tra l’altro cucina ottima, con richiami del territorio, ma impronta internazionale. Colazioni con estratti freschi,  almeno una decina di  the in foglia tra cui scegliere e davvero molto buoni, frutta fresca di ogni tipo, proposte salate, dolci, marmellate e miele di montagna. Al pomeriggio buffet dei dolci, e per me hanno anche fatto due torte senza glutine. Cena con tante proposte che accontentano tutti i palati. Qui ho trovato tanta gentilezza, la mia Lola è stata accolta con affetto, e non con i soliti modi sgarbati e di finta sopportazione. E ovviamente lei è stata super felice della vacanza, delle passeggiate nei boschi in particolare, e probabilmente anche lei ha notato la differenza nei ritmi, più lenti, luce e buio naturali, meno giornate in casa ad aspettarmi.

Ho notato che in Alto Adige hanno uno spirito salutistico innato, camminano tanto, mangiano sano, si godono panorami mozzafiato e hanno il pregio di respirare un’aria pazzesca. I primi due giorni sentivo freddo, ma poi il corpo si adatta e i 12° dei 1600 m dell’hotel ti rendono viva, tonica e frizzante. Apprezzi l’acqua calda della spa, anche nei momenti nuvolosi e a fine giornata.

Ho provato qualcuna delle attività proposte, pilates e Zen Streching, i due maestri sono bravissimi, e fare attività di questo genere immersi nel verde, buttarsi nella meravigliosa piscina calda esterna subito dopo, è magnifico.

Ora il rientro è stato anche più traumatico del solito per via della nube tossica, a poca distanza da casa, e purtroppo le aromatiche e l’orticello penso,  resteranno inutilizzati. Ho pensato di ricomprare piantine nuove magari provenienti da zone lontane,  così per essere certa di ciò che mangio, visto che io ne faccio un uso molto ampio, e per avere una scusa per una gita fuoriporta.

La mia vacanza di fine estate è stata davvero un sogno e la consiglio a tutti. Stare con me stessa, dedicare attenzione al mio corpo per più giorni e in maniera completa, era una cosa che non facevo da un pò di tempo, ma che mi ha lasciato un’energia nuova, una pelle meravigliosa, e il viso effetto vacanza.

Ora pianfico piccole fughe e tanti momenti di cose che piacciono a me, inseguendo quella pace che ho ritrovato nei boschi. E detto da me, è davvero tuttodire, perchè io non sono mai stata un’amante della montagna, nè delle camminate, nè del clima freddo. Ma come dico sempre, si cambia, e bisogna imparare ad ascoltarsi. Specie noi donne, come le stagioni, sappiamo apprezzare le stesse cose, forse in maniera diversa.

Cerco di portare ciò che mi ha fatto bene in vacanza nella mia quotidianità, anche l’attività fisica più intensa all’aperto.

Visto il supercaldo estivo qui l’avevamo messa da parte ma ora continuiamo, e anche la linea ne ha grossi benefici!

Pensate che al Josef Mountain Resort ho mangiato molto di più di quello a cui sono abituata, decisamente più eterogenee le portate, ma tra le camminate, la sauna, le attività, la piscina, sono tornata molto più tonica e con quadi un chilo in meno!

Sapendo scegliere la vacanza può rigenerare corpo e mente! E tutti gli accorgimenti di una vista sana trovano la loro esplosione!

ele lola 2ele lola 3tisana

 

 

Tutti i contenuti e tutte le foto protetti da copyright.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image